Il diario segreto di Juniper Arroway

Tutte le discussioni "GdR" riguardanti quest, eventi o singole interazioni tra giocatori.

Moderators: Gades, Arthas, Ailander

Post Reply
User avatar
St4rG4zer
Posts: 18
Joined: Tue Jul 16, 2019 4:05 pm

Il diario segreto di Juniper Arroway

Post by St4rG4zer » Sun Aug 11, 2019 8:36 pm

Dunque, eccoci qua.
Sto davvero scrivendo un diario, o un libro, non so nemmeno io cosa diventeranno un giorno queste pagine.
La prima cosa che vorrei evitare in chi eventualmente si ritroverà a sfogliarlo, è la noia opprimente che coglie qualcuno superate le prime quattro righe.
Sapete, più o meno è quello il tempo che mi concedo per capire se qualcosa mi interesserà o meno, ma questo non è importante.

..Ma voglio dire, io sto scrivendo per le persone del futuro! Quando qualcuno si ritroverà questo diario fra le mani e inizierà a leggerlo dovrà fremere all'idea di aver trovato un qualcosa appartenente alla magnifica!, splendida!, Juniper Arroway, la strega dei sogni.
Se poi scoprisse che era una delle solite persone sagge e pazienti, serie e noiose, oltre che inutilmente prolissa, non sarebbe scontato??
E invece no, tiè, io qua vi metto un bell'unicorno (un altro, perché il primo non ha fatto una bella fine...ma questa è un'altra storia!) tanto per gradire.

Image

Quindi, ricominciamo.
Io sono Juniper Arroway. Al momento in cui vi scrivo ho ben 18 anni, e posso contare di aver già chiuso una frattura da sola (e no, non sono le fratture delle ossa! Quelle mica si chiudono, si steccano! Ma forse dovrei fare un capitolo apposta, altrimenti non ci capite niente...!) e partecipato ad altre tre.

Ah, e ho il dono.
Non ho ancora capito cos'è ma magari lo scopriremo strada facendo. Il dono mi rende praticamente immortale, il che è molto comodo considerata la mia sbadataggine e la mia straordinaria capacità di perdermi e inciampare ovunque.
Ma non solo, posso curarmi, rigenerarmi, teletrasportarmi (solo nella locanda di Flistaria..! Chissà perché. In effetti é una cosa curiosa, no?) proteggermi, dissolvere magie, ma no, purtroppo non può materializzarmi una barretta di cioccolata. Credetemi, la cosa ha demoralizzato anche me, quando ci ho provato.

A che serve una sfera dotata di mirabolanti poteri cosmici se non posso avere la cioccolata?!

Comunque, sono stata rapita e ho scoperto così diverse cose. Appreso nozioni dimenticate su alcune divinità primordiali.
Dimenticate non solo dal mondo ma anche da me in questo momento, perché sono circa 4 giorni che dormo malissimo e la mia memoria fa più cilecca del solito.

Parlando di dormire, ma lo sapevate che gli elfi non dormono ma vanno in trance (o meditazione, che dir si voglia) e che soprattutto lo fanno con gli occhi aperti?!
Bene, ora lo sapete. Io l'ho visto, eh! È inquietante.
Stanno lì, seduti immobili a fissare la vastità...


Image
User avatar
St4rG4zer
Posts: 18
Joined: Tue Jul 16, 2019 4:05 pm

Re: Il diario segreto di Juniper Arroway

Post by St4rG4zer » Tue Aug 13, 2019 10:46 am

Cari lettori del futuro, io non so ancora come suddividerò questo diario. È meraviglioso avere le idee chiare, vero?
Comunque, stavo riflettendo che scrivere (e descrivere) gli accadimenti quotidianamente risulterebbe troppo dispersivo. Voglio dire, e se un giorno doveste voler cercare qualche cosa di importantissimo che ho fatto? O scoperto?
Vi dovreste leggere minuziosamente ogni pagina del diario solo perché le informazioni sono frammentate qua e là..! Insomma, a me sembra crudele.
Quindi, ho deciso che scriverò tutto per argomenti, sforzandomi per una volta di essere ordinata.
Certo, ha il lato negativo che dovrò stare attenta a quante pagine mettere in mezzo fra un argomento e l'altro.. Ma il mio intuito sopraffino saprà aiutarmi in questo! Sono una Sognatrice, dopo tutto.
Però ho un dubbio che mi attanaglia. Se suddivido tutto per argomenti dove scrivo le assurdità che mi capitano?
Qualche pagina qua e là tipo separatore?
Le segnalo con un unicorno sopra?
Perché al momento mi scoppia il cuore al punto che non ho la minima idea di dove metterne i pezzi.. Per più di una ragione.
Ho compreso che le relazioni fra le persone sono complicate e dannatamente faticose, ma solo se c'è una parte che si ostina a non ascoltare.
Ho compreso che non ascoltare il prossimo, porta a risultati spesso disastrosi e tremendi.
Ho compreso che non sempre chi non piange mai in realtà non sta soffrendo. E quindi, ho compreso che il dolore ha una quantità di sfumature tali da essere per lo più incomprensibili, ma non per questo invisibili, e dunque andrebbe rispettato come tale.
Probabilmente dovrei essere più accorta, in questo.
Ho imparato soprattutto che non tutto è come sembra.. E io, che faccio di sogni e illusioni i miei principali strumenti, avrei dovuto saperlo, ma sono troppo giovane e inesperta tutto sommato..
Quello che conta è ciò che sta sotto quella patina. Potrebbe riservare la più straordinaria ed emozionante delle sorprese, come pure la più cocente delle delusioni.

Nel giro di poche settimane è finito un capitolo e ne è iniziato un altro. Sono rimasti tanti cocci rotti.
Proprio perché niente è come sembra, e le relazioni fra le persone sono complicate e faticose.
Vedendo come tutto cambia in maniera così rapida, mi domando se sarò ancora come mi hai lasciata.
Già adesso, dubito di essere la Juniper di ieri.
Dovrò imparare qualcos'altro...
Il valore del silenzio e della pazienza.
Sto crescendo, mio malgrado.
E credo che avrei voluto rimanere a giocare con gli unicorni e i grifoni ancora un po'..


Image
User avatar
St4rG4zer
Posts: 18
Joined: Tue Jul 16, 2019 4:05 pm

Re: Il diario segreto di Juniper Arroway

Post by St4rG4zer » Thu Aug 15, 2019 6:28 pm

Juniper era appollaiata sulla balaustra sopraelevata da cui aveva un'ampia visuale delle navi in partenza e in arrivo. Si rigirava quell'anello dorato, enorme fra le sue piccole e delicate dita, con un'espressione talmente assorta da rasentare l'assenza.

É come essere tornati in quella Torre.
Sono sola.
Mi resta solo un anello dorato da stringere fra le dita, per cercare un minimo di conforto.

Ma l'anello non si illumina. Non c'è nessuna voce a scalfirmi i pensieri.
C'è solo uno spesso strato di vuoto e silenzio, in cui ci sono soltanto io.

Devo riuscire a cavarmela. Tenere duro fino a che Auryn non sarà tornata, mantenere la promessa di fare attenzione.

Solo che.. È così difficile.
Specie perché i pensieri continuano a roteare concentrici tutti attorno a un unico punto.

C'è una rabbia latente e costante che m'infiamma l'anima, nutrendosi di ciocchi di disperazione, frustrazione e impotenza.

Come posso spiegare quanto è accaduto? Non sta a me decidere se parlarne o meno e non lo farò solamente per non rimanere da sola... Anche se ho paura.

Ho maledettamente paura che arriverà quella creatura a portarmi via. Auryn rimarrebbe da sola a cercare quei bambini.. E tutto perché le persone hanno messo i loro sentimenti e bisogni davanti a qualsiasi altra cosa.

Forse Cyrus non aveva così torto..

A questo punto mi domando..
Cos'è il bene?
Cos'è il male?


Ho sentito solo tante parole vuote, prive di significato, senza essere accompagnate da fatti.
Ti proteggerò.
Ti aiuterò.
Sarò con te, sempre.
Siamo amici.


Non ci credo più.
Non ci credo più...


Image
Post Reply